Ferrari

Dati significativi

(in milioni di euro) 2011 2010
Ricavi netti 2.251 1.919
Utile/(perdita) della gestione ordinaria 312 303
Utile/(perdita) operativa (*) 318 302
Investimenti in immobilizzazioni materiali e immateriali 231 239
di cui Costi di sviluppo capitalizzati 94 102
Spesa complessiva in Ricerca e Sviluppo (**) 143 148
Autovetture omologate consegnate alla rete (numero) 7.001 6.573
Dipendenti a fine esercizio (numero) 2.695 2.721
(*) Include gli oneri di ristrutturazione e i proventi (oneri) atipici. (**) Include i costi capitalizzati e quelli spesati direttamente a conto economico.

Andamento della gestione

Il 2011 è stato un ottimo anno per la Ferrari. In un contesto economico ancora incerto l’anno si è chiuso infatti con record storici in termini di vendite e fatturato.

La crescita è avvenuta in tutto il mondo con incrementi particolarmente significativi in USA e nei Paesi del Far East. In evidenza la Greater China (Cina, Hong Kong e Taiwan) che diventano per la prima volta il secondo mercato per la Ferrari dietro agli Stati Uniti. Bene l’Europa con Germania e Gran Bretagna che fanno registrare importanti crescite.

I risultati sono il frutto del costante impegno e degli investimenti per l’innovazione di prodotto che nel 2011 hanno portato sul mercato due nuovi modelli: la FF, la prima vettura a dodici cilindri a quattro posti e quattro ruote motrici, con una soluzione di trazione integrale frutto di un brevetto Ferrari, e la 458 spider, la prima otto cilindri con motore posteriore centrale con un tetto in alluminio che si apre in soli 14 secondi.

Con questi due nuovi modelli la Ferrari ha una gamma completa che rispecchia la strategia di Maranello di offrire ai mercati “una Ferrari diversa per Ferraristi diversi”.

Continuata nel 2011 anche l’espansione su nuovi mercati con l’apertura della prima dealership in India, mentre il marchio Ferrari si rafforza ulteriormente in Cina dove le locali autorità hanno chiesto a Ferrari di essere presente al Padiglione Italiano dell’ex Expò di Shanghai con una mostra permanente per i prossimi tre anni, un segnale importante del forte interesse che esiste nel grande paese asiatico per il marchio del Cavallino Rampante.

Sul fronte sportivo la Formula 1 ha chiuso una stagione al di sotto delle aspettative anche se ha fatto segnare una vittoria importante: Fernando Alonso è salito sul gradino più alto del podio a luglio a Silverstone esattamente 60 anni dopo la prima vittoria ottenuta dalla Scuderia Ferrari sullo stesso circuito e sempre a luglio con il pilota argentino Froilàn Gonzàlez.

Molto bene i team privati Ferrari nei campionati GT con la vittoria del campionato Les Mans Serie Europa dell’Intercontinental Les Mans Cup e il FIA GT3. Nelle gare monomarca da segnalare il debutto della serie APAC del Ferrari Challenge.

Per quanto riguarda le attività legate al Licensing&Retail è proseguito il piano di nuove aperture dei Ferrari Store come quella del negozio nel cuore di Barcellona, mentre si è consolidato il risultato del Ferrari Store del Parco tematico di Abu Dhabi ormai stabilmente al primo posto per fatturato.

Sul fronte sponsorizzazioni e licenze da segnalare oltre a importanti rinnovi come quello con PUMA l’accordo con il prestigioso marchio di orologeria Hublot.

È proseguita anche l’attività attraverso i canali web con la costante crescita dei social network con Facebook in particolare che ha raggiunto 5,5 milioni di fan e Twitter. Debutto digitale anche per l’Official Ferrari Magazine acquistabile oggi sia in versione web che come applicazione per Ipad e Android.

Il totale delle vendite al cliente finale è stato di 7.044 vetture, in miglioramento del 9,2% rispetto al 2010.

In Nord America, primo mercato per Ferrari in termini di volumi (26,5% del totale mondo), con 1.866 vetture vendute ai clienti finali (+11,6% rispetto al 2010). In Europa sono state vendute complessivamente 3.162 vetture in crescita rispetto al 2010 (+4%). Nei mercati dell’Europa Occidentale i risultati migliori sono quelli registrati in Gran Bretagna con 543 unità consegnate (+16%), Germania con 695 unità consegnate (+12,6%) e Francia (+8,8% a 345 vetture); in contrazione invece il mercato Italia in calo del 15% a 586 unità. Nei mercati dell’Europa Orientale si segnala, in particolare, l’aumento delle vendite di Ferrari in Russia (+16%) e Repubblica Ceca (+24%).

Nell’area Medio Oriente e Africa il totale delle vetture consegnate a clienti finali è stato pari a 505 unità (+6%) con in particolare evidenza il mercato Emirati Arabi Uniti, principale mercato all’interno dell’area (41,6%), in crescita del 45% a 210 unità. Si è confermato il trend di crescita delle vendite nell’area Asia-Pacifico, dove sono state consegnate complessivamente 1.394 vetture (+21% rispetto al 2010) grazie alle ottime performance in Cina, Australia e Singapore che compensano ampiamente il calo registrato in Giappone (-23,8% a 313 unità) legato alle note difficoltà economiche del paese. Nell’importante mercato cinese le vendite hanno raggiunto le 449 unità segnando un incremento del 75%. Molto positivi anche i risultati a Hong Kong (+19,7% a 188 unità), in Australia (+9,5% a 150 unità), a Singapore (+66% a 83 unità) e in Indonesia (+65% a 43 unità).

Nell’anno 2011 le vetture omologate consegnate alla rete sono state pari a 7.001 in aumento del 6,5% rispetto all’anno precedente, ovvero +9,5% nei confronti del totale consegne del 2010, se si includono anche le vetture non omologate che portano a 7.195 unità il totale delle consegne alla rete 2011. Sul totale delle consegne alla rete la crescita ha interessato sia i modelli a 8 cilindri (+1,6% rispetto al 2010) sia quelli a 12 cilindri (+61,6% rispetto al 2010) fortemente influenzata dalle vendite della nuova FF.

Il Nord America si conferma primo mercato per Ferrari con 1.958 vetture consegnate pari al 27,2% del totale (+145 vetture rispetto al 2010). L’andamento è stato particolarmente positivo in Cina, Hong Kong e Taiwan che, con 777 vetture consegnate, registra un incremento del 63% rispetto all’anno precedente. Per quanto riguarda il mercato europeo spiccano le performance realizzate in Germania con 705 vetture consegnate (+15% verso il 2010), Francia con 362 vetture (+12% verso il 2010) e Gran Bretagna con 574 vetture (+23% verso il 2010).

Innovazione e prodotti

Nel 2011 sono stati molti i prodotti segnalati per la grande innovazione ad iniziare dalla FF che concilia prestazioni estreme, anche su terreni con coefficienti di aderenza molto bassi grazie al sistema 4RM (4 ruote motrici) brevettato dalla Ferrari, con la fruibilità di una vera GT e un design fortemente innovativo. La 458 spider che garantisce perfomance da vera vettura sportiva con un tetto rigido in alluminio che offre vantaggi di comfort acustico e termico a vettura chiusa ma che garantisce anche una riduzione di peso rispetto alla tradizionale capote in tela. La 458 spider monta il motore 8 cilindri presente sulla versione coupé e che proprio lo scorso anno ha vinto il premio “The best perfomance engine of the year”.

Sono continuati gli investimenti sulla ricerca per la riduzione delle emissioni con il sistema HELE (High Emotion Low Emission) disponibile su tutti i nuovi modelli.

Investimenti importanti anche nel campo della ricerca sull’alluminio con lo stabilimento Scaglietti diventato un vero e proprio centro di eccellenza per lo studio di questo materiale e delle sue diverse leghe che hanno permesso alla Ferrari di offrire modelli con sostanziali riduzioni di peso.

Servizi finanziari

Ferrari, tramite Ferrari Financial Services, offre ai propri clienti prodotti finanziari per l’acquisto delle proprie vetture in diversi Paesi europei (Germania, Regno Unito, Svizzera, Francia, Belgio, Austria, Ungheria e Italia) e negli Stati Uniti. Nel settembre del 2011 è stata costituita F.F.S. Japan KK, posseduta al 100% da Ferrari Financial Services S.p.A., con sede a Tokyo che sarà operativa entro il primo trimestre del 2012.

La linea di business Dealer Finance, che è stata lanciata nel dicembre del 2009, è utilizzata dalla rete europea (Germania, Svizzera, Belgio, Regno Unito e Italia), negli Stati Uniti e in Giappone a partire dal 2012.

Interactive data

© 2012 FIAT S.p.A - P.IVA 00469580013