Magneti Marelli

Dati significativi

(in milioni di euro) 2011 2010
Ricavi netti 5.860 5.402
Utile/(perdita) della gestione ordinaria 181 98
Utile/(perdita) operativa (*) 27 73
Investimenti in immobilizzazioni materiali e immateriali 487 383
di cui Costi di sviluppo capitalizzati 154 138
Spesa complessiva in Ricerca e Sviluppo (**) 309 292
Dipendenti a fine esercizio (numero) 34.804 34.269
(*) Include gli oneri di ristrutturazione e i proventi (oneri) atipici. (**) Include i costi capitalizzati e quelli spesati direttamente a conto economico.

Andamento della gestione

Dopo una fase di ripresa dei volumi di produzione di vetture registrata lo scorso anno e continuata nella prima parte del 2011, l’andamento del mercato automotive risente del progressivo indebolimento dell’economia mondiale che si trova ancora in una fase molto difficile in un contesto di sviluppi contrapposti tra economie emergenti e quelle avanzate.

In quest’ambito Magneti Marelli ha mantenuto un andamento positivo, chiudendo il 2011 con una crescita dei ricavi dell’8,5%% rispetto al 2010. La performance è stata sostenuta dal positivo andamento del mercato tedesco, di quello brasiliano e di quello cinese, cui si è aggiunta la ripresa del mercato nord americano. Positivo anche il contributo derivante dall’incremento della domanda di veicoli commerciali leggeri.

Anche nel 2011 il settore ha stipulato importanti accordi per lo sviluppo di prodotti innovativi nell’ambito della componentistica di riferimento.

Magneti Marelli ha avviato una collaborazione tecnologica con Wind River, leader mondiale nella produzione di software embedded e mobile, per la creazione della prima soluzione di In-Vehicle Infotainment conforme agli standard internazionali stabiliti dal consorzio GENIVI, che riunisce i car maker e le principali aziende di elettronica automotive.


Magneti Marelli partecipa con il Centro Ricerche Fiat a “HeEro”, progetto Europeo coordinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, che intende sperimentare le tecnologie per l’implementazione del sistema “eCall”, che invia una richiesta automatica di soccorso in caso di incidente. Magneti Marelli partecipa al progetto fornendo i dispositivi di bordo.

Magneti Marelli ha sottoscritto un accordo di partnership con Mopar, divisione aftermarket del gruppo Chrysler.
L’accordo renderà disponibile alla rete di distributori Mopar, l’offerta di prodotti Magneti Marelli e relativo knowhow, finalizzati al servizio e all’assistenza completa rivolta a veicoli di tutte le marche. Da Aprile 2011 le prime linee di ricambi Magneti Marelli sono in vendita nei circa 2.300 concessionari Chrysler incrementando la gamma dell’offerta nel corso dell’anno.

Magneti Marelli e Wanxiang Quinchao Company, la maggior azienda cinese di componenti per l’automotive, hanno siglato un accordo per la creazione di una joint venture in Cina, mirata alla produzione di ammortizzatori per auto.

Magneti Marelli (business line Plastic C&M) ha acquisito la partecipazione, al 50%, nella joint venture con JCI denominata JCMM Aumotive D.O.O. Beograd. La joint venture opererà nella produzione di cruscotti e “Fuel System” relativi alla nuova vettura Fiat prodotta in Serbia.

Magneti Marelli (business line Lighting) ha inaugurato, presso il Centro di Innovazione Tecnologica dell’Agemont di Amaro (Udine), il laboratorio J-RAUM: polo di ricerca e innovazione per l’illuminazione in ambito automotive.

Magneti Marelli, attraverso la propria controllata Sistemi Sospensioni, e Talbros Automotive Components, il principale produttore indiano di guarnizioni tecniche per settore auto, ha sottoscritto un accordo per la costituzione di una joint venture paritaria nell’ambito dei moduli e dei sistemi per le sospensioni.

Tra i riconoscimenti 2011 si ricordano quello assegnato alla linea di business Automotive Lighting, che ha ricevuto il prestigioso premio speciale “Daimler Supplier Award” per i risultati raggiunti nel campo dell’innovazione, mentre, Magneti Marelli Brasile ha vinto il premio nella categoria Sistemi Autodata 2011 con la produzione del cambio robotizzato FreeChoiceTM e la tecnologia di illuminazione a LED (prima azienda a produrre questo tipo di illuminazione in Brasile).

In particolare, per le principali linee si evidenzia quanto segue:

Lighting

Il fatturato del 2011 è stato pari a 1.808 milioni di euro, con una crescita di circa il 14% rispetto all’anno precedente. L’incremento dei volumi di vendita è legato al trend positivo dell’area Germania-Repubblica Ceca trascinata dalla buona performance del mercato tedesco. Significativi anche gli andamenti delle aree Nafta, Brasile e Russia.

Nell’ambito dei progetti di innovazione, si segnala la nuova lampadina 12 volt della famiglia Xenon che integra parti elettroniche, prodotta in cooperazione con Philips e il Bihalogen Projection Module.

Tra i numerosi ordini acquisiti si segnalano i proiettori per Mercedes Benz e BMW, i proiettori e i fanali per Hyundai/Kia e i gruppi ottici posteriori per Dodge.

Controllo motore

Il fatturato del 2011, pari a 957 milioni di euro è sostanzialmente in linea rispetto all’anno precedente. L’aumento di volumi su applicazioni GDI (Gasoline Direct Injection) per il Gruppo VW in Europa è stata compensata dal calo di Brasile e Usa.

Fra le principali acquisizioni di ordini si evidenziano il cambio DCT (Dual Clutch) 635 per Chrysler, il cambio meccatronico per PSA e il corpo farfallato DBW (Drive By Wire) per VW in Cina.

Sistemi sospensioni

I ricavi del 2011, pari a 588 milioni di euro, sono in linea con l’anno precedente. Il significativo aumento dei volumi di vendita dei veicoli commerciali leggeri in Europa e la buona performance del Brasile sono stati compensati dalle riduzioni dei volumi di Italia (FGA ad eccezione di Alfa Romeo) e Polonia (FGA e Ford).

Sono proseguite anche nel 2011 le attività di innovazione relative a materiali alto resistenziali (acciai e ghise) e a soluzioni in composito (acciaio-carbonio) inoltre si è prestata particolare attenzione a soluzioni per i futuri modelli che richiederanno emissioni ridotte di CO2.

Nell’ambito dell’acquisizione ordini si segnala la fornitura completa per il Ducato Fiat Messico che sarà prodotto da Chrysler e che permetterà alla Business Line di espandersi sul mercato Nafta. Altre acquisizioni: Fiat per il mercato Serbo, Opel e BMW in Germania e Peugeot in Brasile.

Ammortizzatori

I ricavi della linea di business per l’anno 2011 sono stati pari a 408 milioni di euro, in lieve crescita (3%) rispetto all’anno precedente, concentrata principalmente in Brasile e Stati Uniti.

Oltre a continuare il processo di divulgazione presso potenziali clienti in Brasile di tecnologie innovative già in produzione, l’innovazione prodotto della business line si è concentrata su ammortizzatori rigenerativi e sulla riduzione di peso con l’utilizzo di materiali alternativi.

Nel 2011 si segnalano i lanci in produzione degli ammortizzatori per modelli Fiat, GM e Renault in Brasile.

Sistemi elettronici

I ricavi complessivi del 2011 sono stati pari a 722 milioni di euro, in aumento del 16% rispetto all’anno precedente grazie, in particolare, alla crescita nei mercati cinese (prodotto Cluster) ed europeo (telematica e body computer) e alle nuove attività con Fiat/Chrysler (modulo HFM) e PSA (ATB E-call e nuovo radioNav RT6).

Nell’ambito dell’attività di innovazione si segnala il nuovo sistema di infotainment per BMW.

Nel 2011 i principali ordini acquisiti hanno riguardato:

  • per Body Electronics: ecu-led per BMW in Spagna, la centralina PCB (Printed Circuit Board) per Audi, il Fine X per Philips e altri clienti OEM, il body L7 per Fiat in Slovakia e il body CUSW (Compact United States Wide) per Fiat/GAC in Cina;
  • per Cluster riguardano i mercati cinese (Fiat Group e Haima), messicano (500 elettrica), francese e italiano;
  • per Infotainment e Telematics: la scatola telematica Ecotax con società Autostrade e la nuova generazione E-Call per PSA in Cina.

Sistemi di scarico

Nel 2011 sono stati registrati ricavi per 696 milioni di euro, in crescita del 13% rispetto all’anno precedente. Hanno contribuito le performance positive delle vendite di veicoli commerciali leggeri in Italia e Spagna, il buon andamento dei mercati sudamericani e nella prima parte dell’anno anche della Polonia.

Per quanto riguarda l’innovazione, anche nel 2011 sono proseguite le attività sulla riduzione delle emissioni di CO2, (sia attraverso l’alleggerimento dei sistemi sia attraverso la definizione di sistemi in grado di recuperare il calore dei gas di scarico) e quelle relative al sound attraverso sistemi di controllo attivo del rumore oltre che gli sviluppi del sistema SCR (Selective Catalitic Reduction) per la riduzione degli ossidi di azoto (NOx).

Tra i principali ordini acquisiti si evidenziano il nuovo progetto per Light Commercial Vehicles per Hyundai in Brasile e il progetto per tubazione anteriore per motorizzazioni Euro 6.

After market

I ricavi del 2011 sono stati pari a 333 milioni di euro, in crescita del 16% rispetto all’anno precedente. I principali incrementi sono legati all’area Mercosur, mentre l’Europa si mantiene in linea con l’anno precedente; in USA si sta completando l’organizzazione dell’attività di commercializzazione avviata in aprile.

In crescita filtri, freni e ammortizzatori, stabili le vendite di prodotti per l’illuminazione e batterie mentre sono in calo quelle delle macchine rotanti.

Si segnala l’inizio della commercializzazione dei prodotti Behr-Hella (sistemi termici) nell’area Mercosur e da giugno anche telematic-box e PND (Portable Navigation Device) in Europa.

Plastic components and modules

I ricavi della linea di business, pari a 525 milioni di euro, sono sostanzialmente in linea con l’anno precedente. Sia in Polonia che in Italia, la generale contrazione delle vendite di autovetture è stata compensata dai maggiori volumi generati dai veicoli commerciali leggeri. Tra le acquisizioni di nuovi ordini si segnalano paraurti e interni vettura per la nuova autovettura Fiat che verrà prodotta in Serbia.

Interactive data

© 2012 FIAT S.p.A - P.IVA 00469580013