8. Altri proventi (oneri) atipici

Nel 2011 gli Altri proventi atipici ammontano a 2.100 milioni di euro, ed includono 1.729 milioni di euro relativi al provento conseguente alla valutazione al fair value della quota del 30% detenuta in Chrysler prima dell’acquisizione del controllo e 288 milioni di euro relativi alla valutazione del diritto a ricevere un’ulteriore quota partecipativa del 5% a seguito del verificarsi dell’Ecological Event, come descritto al paragrafo – Partecipazione Chrysler. Nel 2011 gli Altri proventi atipici comprendono, inoltre un provento di circa 69 milioni di euro conseguente alla modifica del piano legal service plan di Chrysler incluso tra gli Altri benefici successivi al rapporto di lavoro, che sarà terminato nel 2013.

Nel 2011 gli Altri oneri atipici ammontano a 1.075 milioni di euro, di cui 220 milioni di euro rappresentano il maggior valore attribuito alle rimanenze di Chrysler al momento del consolidamento iniziale per effetto della valorizzazione al fair value delle attività identificabili acquisite e delle passività identificabili assunte, rilevato a conto economico nel mese di giugno in relazione al rapido rigiro delle scorte. L’importo di 855 milioni di euro relativo agli altri settori (in misura prevalente Fiat Group Automobiles) è da porsi principalmente in relazione al processo di riallineamento strategico delle attività produttive e commerciali di Fiat con quelle di Chrysler, ulteriormente accelerato a seguito dell’acquisizione del controllo, nonché al riposizionamento di alcune attività minori. Le svalutazioni incluse nel suddetto ammontare e derivanti dall’aggiornamento delle valutazioni economiche e delle stime intervenute nel corso dell’esercizio riguardano l’avviamento per 224 milioni di euro ed i costi di sviluppo per 161 milioni di euro, come meglio specificato alla successiva Nota 15, e le attività materiali per 302 milioni di euro come specificato alla Nota 16.

Nel 2010 gli Altri oneri atipici inclusi nell’Utile/(perdita) delle Continuing Operation ammontavano a 14 milioni di euro.

Interactive data

© 2012 FIAT S.p.A - P.IVA 00469580013